Dove siamo

Località Toppole

Anghiari - AREZZO

Contatti

329 1613710

info@latteamore.it

  Copyright © 2018 - LatteAmore - ennelle cf pi 10011460960

Il diverso spesso spaventa!

Anzi è impossibile!😱😱😱

_____________

Un nuovo modo (diverso) di vedere il rapporto uomo animale.❤️

 

I cambiamenti si sa sono sempre complessi, l'uomo è di fatto un essere vivente, come moltissimi altri, abitudinario.
Spesso il nuovo crea timori, paure, incredulità, avversione, poco dopo però diventa familiare e quando è cosi si trasforma in nuova abitudine.

Ecco noi speriamo vivamente che quello che ora stiamo timidamente affrontando, che questa nuova rivoluzione che a fatica stiamo plasmando, che questa sfida mastodontica si tramuti da "il diverso" a "il normale".

Ci vorranno sicuramente decenni, ma forse qualcuno seguirà le nostre orme o ci supporterà.

 

Chi siamo?

Siamo una piccola squadra di folli sognatori, innamorati della natura e degli esseri viventi e senzienti, innamorati della vita a tal punto da non poterla considerare merce.

 

Cosa facciamo?

Casualmente e senza averlo programmato ci troviamo a gestire un migliaio di animali,
principalmente capre e pecore ma anche mucche, cavalli, maiali, cani e gatti.
Alleviamo, si alleviamo esseri meravigliosi che ci insegnano ogni giorno qualcosa dell'equilibrio meraviglioso della natura e ogni giorno impariamo qualcosa in più sull'uomo.
Alleviamo, si alleviamo… molti ormai associano alla parola allevamento qualcosa di estremamente negativo, ma noi alleviamo.
Si, perché il verbo allevare è meraviglioso, significa elevare, far crescere, prendersi cura di… affinché possa crescere. Insomma il più nobile degli intenti e noi cerchiamo di riuscire nella sfida di occuparci di… anche se è una sfida difficilissima!

Come lo facciamo?

Inizia qui il cammino che spaventa, il nuovo che è per forza incredulità.
"Non è possibile", questa è la frase più comune.
Il fatto che una cosa non sia stata ancora affrontata non significa che sia impossibile, ma spesso la pensiamo così.

 

Sembra sempre impossibile finché non viene realizzato
- Nelson Mandela -

 

Affrontiamo quindi la nostra sfida "incredibile" quotidianamente, dedicandoci all'unico allevamento produttivo che non vende e non macella animali.
Ecco questa è la nostra caratteristica principale.
Facciamo allevamento in modo completamente diverso.

1. Non vendiamo e non macelliamo animali.
2. Lasciamo i piccoli con la mamma, spesso con mamma e papà.
3. Lasciamo che i maschi vivano tra loro

 

Quattro sono i temi principali, quelli che ci differenziano di più dagli altri allevamenti, quelli che generano spesso le domande più frequenti:

1. Gestione del numero degli animali
2. Gestione dei maschi e degli animali non produttivi in genere
3. Gestione della mungitura
4. Gestione delle vendite

 

Approfondiamo 

 

1. Gestione del numero degli animali

 

Noi: 
gestiamo gli accoppiamenti e di conseguenza le nascite in modo che ci sia un equilibrio tra nati e deceduti in modo naturale. Ogni trimestre o semestre vengono individuate uno o più gruppetti di femmine in perfette condizioni psico-fisiche e affidate ad un maschio nelle medesime condizioni di salute. In ogni caso ogni femmina partorisce in media 2 volte nella sua vita (in media e comunque al massimo 3 volte).
In questo modo il numero del gregge rimane costante. Ovviamente in alcuni periodi possiamo decidere di avere un decremento o un aumento. 
Per quanto riguarda gli ovicaprini, un numero di femmine equivalente al 10% del totale degli animali presenti in allevamento, ogni anno dà alla luce il suo (o i suoi) piccolo(i).
Piccola nota: gli accoppiamenti sono solo ed esclusivamente naturali, controllati nel numero ma naturali.

 

Gli altri: 
mettono in accoppiamento tutte le femmine ogni anno e spesso con inseminazione artificiale. Ogni anno l'allevamento raddoppia la sua popolazione, con la conseguente necessità di vendere la metà degli animali così suddivisi, viene macellato il 75% dei piccoli (2 o 3 mesi ovicaprini) e il 25% delle adulte meno "performanti" (scusate il termine ma è voluto) o con problematiche o più "vecchie" (anche se spesso per vecchie si intende 4-5 anni non di più).

 


2. Gestione dei maschi e degli animali non produttivi in genere

 

Noi: 
teniamo tutti gli animali, tutti muoiono in azienda e per morte naturale, sono con noi quindi tutti i maschi, gli anziani, le femmine non produttive, tutti i piccoli.
"Ma cosa ve ne fate?" 
Danno valore alla vita e senso al nostro lavoro, danno vita al primo allevamento produttivo senza morte, sono il cambiamento e la dimostrazione che si può fare diversamente. A tutti gli effetti sono il nostro valore preziosissimo, sono l'elemento che ci distingue e rende unici.
"Ma i maschi non possono stare insieme"
Non c'è nulla di più falso, questa è la credenza popolare, non servono tante parole, è un dato di fatto, venite a trovarci o guardate i nostri video, la realtà supera ovviamente qualunque teoria.

 

Gli altri:
tutti i maschi vengono venduti/macellati intorno ai 2/3 mesi; fanno eccezione quei pochi che vengono utilizzati come riproduttori e che ritardano la loro morte al macello.
Tutti gli animali non produttivi vengono venduti/macellati.

 

 

3. Gestione della mungitura

 

Noi:
mungiamo a mano solo una volta al giorno
mungendo a mano si ha il contatto con l'animale e si percepisce lo stato di salute, la temperatura, eventuali infiammazioni, 
mungendo una sola volta si induce a produrre meno, sottoponendo a minor sforzo si azzerano quasi tutti i problemi di mastite,
mungendo una sola volta aumenta la possibilità di prolungare il periodo di lattazione evitando nuove nascite.  
Alleggeriamo ogni giorno tutte le mamme con i piccoli, si tratte di razze da latte, hanno quindi una predisposizione ad avere latte in abbondanza, spesso la produzione è doppia rispetto le esigenze del piccolo, soprattutto le mamme che hanno un solo piccolo hanno latte in eccedenza.
I maschi stanno con le madri fino ai 5 mesi poi entrano nel gruppo dei maschi, il motivo è molto semplice a breve diventeranno fertili e non sono ovviamente opportuni accoppiamenti con le madri, ma soprattutto con le sorelle, troppo piccole per affrontare una gravidanza.
Le femminucce possono stare con le mamme ancora un po' a volte non vengono mai separate.
Una volta che i piccoli iniziano il loro percorso autonomo le mamme possono donare il loro latte per mantenere tutti gli animali non produttivi, in primis i loro piccoli.
Quando l'animale stesso rallenta la produzione viene messo in asciutta e per almeno 2 anni non rientrerà. Le femmine vengono fatte accoppiare 2 volte nella vita in media e comunque al massimo 3 volte, poi entrano tra gli animali non produttivi.

 

Gli altri:
tutte le femmine pochi giorni dopo il parto entrano in mungitura che avviene con macchine, i piccoli vengono separati dalle mamme subito o quasi subito.
Le femmine vengono munte 2 volte al giorno e sovralimentate con mangimi iper-proteici per produrre di più.
Ogni anno vengono fatte accoppiare e messe in asciutta poco prima del parto, per ritornare in mungitura dopo poco. 
Ogni massimo 4 parti vengono macellate e sostituite.

 

 

4. Gestione delle vendite

 

Noi:
vendiamo solo online ad un pubblico principalmente di privati, quindi direttamente e senza intermediari. Il nostro prezzo è molto più alto rispetto al mercato, ma in questo modo riusciamo a mitigare la differenza. La nostra produzione è molto limitata e almeno 5 volte inferiore ad un allevamento classico. 

 

Gli altri:
spesso vendono il latte senza trasformarlo, il prezzo di mercato è molto basso e incide sulla qualità di vita degli animali. La tendenza è da anni in continuo ribasso visto il crescente ingresso di latte dall'estero a prezzi bassissimi.

 

 

Hai letto tutto il nostro testo?❤️
Meriti una grandissima offerta

2kg al prezzo di 1kg👌
Un mix dei nostri prodotti
In un mistery speciale

 

Mistery chi siamo 2kg Flash

In 2 giorni lavorativi spediamo

Sostieni il nostro cambiamento
👇👇👇
www.latteamore.it/misterychi?rl=FAQ191005